Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Maxi truffa di poker online sui sit and go hyperturbo svelata su YouTube

  • Scritto da Ca

Un poker player svela una maxi truffa di poker online per eludere i controlli delle room e continuare ad utilizzare bot e software.

Sta facendo molto scalpore nel mondo dei grinder di poker online, un video pubblicato su YouTube da parte di un giocatore non identificato dal nickname "godmode49" che mostra ai colleghi di tavolo come alcuni scammer hanno utilizzato un metodo di configurazione a due computer per evitare i controlli delle poker room che hanno da tempo vietato software vari da utilizzare sulle sale da gioco online per tutelare i recreation players spesso truffati da bot e programmi difficili se non impossibili da battere. 

Microgamin, Wpn, Partypoker e anche 888 Poker (ma non PokerStars) sarebbero state le room ad essere coinvolte. Il sistema è piuttosto complesso da comprendere ma costava 25mila dollari per usufruirne e dava comunque la possibilità di vincere poi al tavolo ma anche di partecipare ai ricavi del sistema. 

Oggetto principale i tornei sit-and-go (HUSNG) e, in particolare, nelle versioni turbo short-stack che molti giocatori credono siano sostanzialmente risolte a causa del numero relativamente limitato di opzioni strategiche rispetto ad altri formati di poker.

Nel video, l'utente praticamente anonimo, mostra come un computer primario viene effettivamente utilizzato per connettersi e giocare sui siti di poker, insieme a un software progettato per garantire layout multi-tabling chiari e prevedibili. Quel computer trasmette quindi il video del suo schermo a un secondo computer, dove sono in esecuzione diversi altri programmi.

Le due caratteristiche principali del secondo computer erano il software di riconoscimento ottico dei caratteri in grado di leggere l'azione di poker trasmessa in streaming dalla prima macchina. Una volta che il software di riconoscimento fa il suo lavoro, le informazioni vengono quindi inserite in un software che è già stato programmato con la teoria del gioco calcolata, il gioco ottimale per la situazione data, consentendo all'utente di giocare perfettamente (o quasi perfettamente) in ogni punto possibile.

Il video mostrava l'hardware utilizzato per evitare il rilevamento della seconda macchina, poiché i principali siti di poker tentano di rilevare tali configurazioni per bloccarle. Quindi ha anche mostrato esempi dell'installazione utilizzata, con dozzine di tavoli giocati da un bot in tempo reale.

Il sistema pare sia stato utilizzato da molti players ma, in particolare, un team era concentrato in Bulgaria ma i Vpn sembrano provenire da molte altre nazioni europee come Germania o Malta. Evidentemente “godmoe49” deve aver perso soldi principalmente da un certo “Xrab” o l’ha preso semplicemente come caso di studio per dimostrare le magagne che ci sono state al 2017 in poi. Probabilmente quando si dice che tutto è truccato, rigged, non si ha tutti i torti: ma alcuni colpi pazzeschi potrebbero dipendere più dai bot e da chi architetta questi sistemi piuttosto che dalle room che, fino a prova contraria, scientifica e dimostrata, sono pulitissime e affatto interessate a rovinarsi la reputation con chissà quali magheggi. 
Il video si è concluso con diversi minuti di schermate delle conversazioni tra l’autore del contenuto e i membri di quella che sostengono fosse la loro ex squadra di truffatori, incluso un programmatore chiamato Sergei Radulov, che dovrebbe essere identificato come lo sviluppatore del sistema. Le conversazioni risalgono al 2017.
 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.