Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Galfond Challenge: spunta ipotesi deal con VeniVidi1993, Phil non doveva perdere?

  • Scritto da Ca

Galfond Challenge, spunta l'ipotesi di un deal con Venividi1993 quando Phil era spacciato a quasi meno un milione di euro. 

Arriva qualche rumours, da fonti autorevoli ma che rimane anonima, su ipotetici retroscena della Galfond Challenge andata in archivio nelle scorse ore col recupero pazzesco del top reg Usa e tra i titolari dei tavoli di Run it Once Poker.

La sfida prevedeva 25.000 mani di PLO 100/200$. I dubbi sarebbero cresciuti quando Galfond chiese la famosa pausa tecnica quando era “sotto” di 900mila euro. E pare che, proprio in quei giorni, si sia trovato un accordo economico per far sì che Gandolf recuperasse lo svantaggio in modo che sia lui, la sua immagine e sia quella della sua piattaforma rimanessero in evidenza e non dovessero affrontare una possibile quanto probabile disfatta di proporzioni epiche.

Galfond, infatti, terminata la lotta con VeniVidi, ha in programma altri challenge con altri mostri sacri del PLO che hanno raccolto la sua sfida con diversi soldi in ballo.

E' ragionevole pensare che un giocatore, seppure del calibro di Phil, se avesse perso la sfida con 900mila dollari o anche più di passivo subirebbe un danno d'immagine assai rilevante.

Da qui a pensare che nei giorni intercorsi tra il 9 febbraio, data dello stop, ed il 4 marzo, data della ripartenza, ci siano stati accordi economici per "aggiustare" la sfida il passo non è breve e non ne possiamo avere contezza e tantomeno certezza. A lasciar pensare è la prima parte della sfida  dove il clamoroso divario è stato gravoso per Galfond ma probabilmente genuino. Aggiustare un trend di questo tipo non è affatto semplice e passare da -900k a vincere la sfida è un’impresa titanica. Gli analisti e i “complottisti” sono all’analisi delle mani. Non sono poche 25mila hand ma VeniVidi ha sempre dato l’idea di avere sempre quella marcia in più della prima parte della sfida.
Alla fine la Challenge è stata emozionante e con un lieto fine per Galfond. Per chi ha gradito l’intrattenimento può essere sufficiente, per chi non si fida delle apparenze ecco una possibile, nuova, lettura.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.