Logo

Lewis Hamilton sbarca sui tavoli di poker online ma l'esordio è disastroso

Lewis Hamilton fa capolino in un evento online da 10.300 dollari di buy in ma è un disastro: pout 113esimo su 130 in un top field. 

Uno dei motivi dell’abbandono di Bryn Kenney potrebbe essere l’arrivo di Lewis Hamilton? Non conoscevamo la poker passion del pilota più vincente del momento e, a breve, della storia della Formula1. Ma è stata GGPoker a far notare la sua presenza ai tavoli di un torneo molto importante con Ike Haxton,  Christian Rudolph, Niklas Astedt, Artur Martorisian e altri pro molto forti. Lewis ha il suo avatar col cappellino d’ordinanza ma senza il logo della Mercedes ma con quello della room dot com che continua a fare notizia.

Non è il primo pilota che si avvicina al poker ma è di sicuro il più importante che lo fa e si pone ai livelli di sportivi come Cr7, Neymar, Usain Bolt, Gerard Piqué e anche Totti, Buffon, Tomba nei primi anni del boom del “giochino”.

Fuori Bryn dentro Lewis? Non abbiamo ancora i dettagli dell’eventuale sponsorizzazione o se sia una specie di collaborazione a spot con qualche comparata a scollo puramente pubblicitario.

In vista del Gran Premio di Turchia all'Istanbul Park questo fine settimana, Hamilton - il cui patrimonio netto è stimato in quasi $ 300 milioni - ha pagato il buy-in di $ 10.300 per partecipare all'Event # 7 della GGPoker High Rollers Week, che è arrivato a mettere in palio $ 1,25 milioni. Brutta la prima esperienza per Lewis che è durato pochissimo ai tavoli uscendo 113esimo su 130 players.

Come detto pare che non sia stato firmato alcun accordo ufficiale tra le due parti. Tuttavia, la collaborazione con Hamilton non può essere definita una coincidenza.

L'attuale squadra di ambasciatori di GGPoker è composta da Daniel Negreanu, Fedor Holz, Felipe Ramos e Bertrand "ElkY" Grospellier. Oltre alla normale squadra di ambasciatori, GGPoker ha anche un GGSquad con gli streamer Kevin Martin, Koray "KakiTee" Turker, Patrick "Egption" Tardif, Michiel "Easterdamnz" Van Elsacker, Torsten "Jektiss" Brinkmann e Fernando "JNandez" Habegger. Si unirà anche Hamilton a patto di migliorare le sue performance pokeristiche? I coach non gli mancano.
© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.