Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

PokerStars accusa un player tedesco di multiaccounting ma era un bug: cosa succederà a Ehrenholz?

  • Scritto da Redazione Poker

Un ban sbagliato toglie di mezzo Niclas Ehrenholz dal field del The Big Blowout PokerStars quando era tra i leader del count: la room ha riconosciuto l'errore. 

Prima l’ottima run durante le Blowout Series, poi il raggiungimento della top ten con un valore in Icm di oltre 20mila dollari a 528 left e, all’improvviso, il congelamento del conto gioco. Il torneo va avanti e il protagonista di questa bizzarra storia su PokerStars, lo streamer di Twitch e professionista di poker Niklas “Nikkymouse” Ehrenholz, esce passivamente in 111esima posizione per 3.638 dollari. Panico, paura, rabbia e, alla fine, l’assicurazione che la room lo risarcirà. Sì, ma come?

Tutta colpa di un account PokerStars.es, pare. Ci sarebbe un bug che, nel caso in cui alcuni players abbiano giocato sia su un network internazionale della “Red Spade”, sia sul “dot es”, potrebbero essere segnalati dai sistemi di difesa della room come multiaccounter. E così è stato per Niklas.

Come riporta Hochgepokert, Niklas stava giocando il Day 2 dell'evento da $ 530 "The Big Blowout" lunedì sera su PokerStars con il nickname “TaylorG6". Ci sono state 12.938 iscrizioni all'evento e il montepremi era di $ 6.469.000. $ 818,484 sono riservati solo al vincitore. Niklas inizia il secondo giorno con circa 128.000 chips, un po' sotto la media. Poi, come detto, la deep run che lo porta a 1.840.181 chips dalle 19:05 alle 22:27. Ciò significava essere al settimo posto su 528 giocatori in quel momento. Tutti erano già a premio.

Poi, accade l'incredibile. Quando cambia tavolo, sullo schermo appare improvvisamente il messaggio che l'account è stato congelato e non ha più accesso. Il panico sale. Ha provato di tutto per entrare in contatto con il supporto di PokerStars. Alla fine è stato Felix "xflixx" Schneider ad aiutare Niklas e a metterlo in contatto con la room.

Nel frattempo, Niklas aveva ricevuto due e-mail da Pokerstars, ma ne aveva vista solo una. Quell'e-mail diceva parlava di multi accounting e sul ban relativo a questa pratica rilevata dalla sicurezza. Successivamente si scoprirà che la mail è stata inviata per errore al player. Errori e incertezze anche nel cambio tavolo e nell’utilizzo dei sistemi di allarme.

Il problema è che, per errore, Niklas ha lasciato il torneo quando il suo piazzamento aveva un expecting value di oltre 20mila dollari. Poi, la condotta di gioco, quella degli avversari e la randomizzazione delle carte e dei tavoli chissà cosa avrebbe prodotto. Ma il player ha il riconoscimento dell’errore da parte della room visto il bug relativo a questi account “spagnoli”.

Il problema è: la room come risarcirà ora Ehrenholz? I 3.600 dollari li ha già nell’account. Forse la stima che ha fatto il player al momento del ban potrebbe essere un buon deal? Ma chi vieta a Niklas di provare a dimostrare che dalla settima posizione poteva si uscire per 20mila dollari ma poteva anche vincere 800mila della prima moneta? In questi casi le room possono anche decidere d’imperio e bisognerebbe vedere quale regolamentazione è in ballo e cosa prevede per questi casi. Di certo iniziano ad essere tante le problematiche della room che, anche nel nostro Paese, ha palesato diverse difficoltà anche nei versamenti nello scorso weekend.
Share