Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Zitti e Mutti! Il poker player di Sondrio vince il main event Wsop Circuit Italy

  • Scritto da Cesare Antonini

Matteo Mutti giovane 26enne grinder online di Sondrio vince il main event Wsop Circuit Italy e si qualifica per il GCC da 1 milione di dollari. 

Campione d'Italia - A Sergio Castelluccio succede Matteo Mutti, grinder online e ottimo player live 26enne di Sondrio, che batte in heads up l’austriaco Daniel Novak e si porta a casa 78.200 euro, il Ring più prestigioso del main event Wsop Circuit Italy sponsored by Snai.it  e la qualificazione al Global Casino Championship da 1 milione di dollari in palio  e che si giocherà ad agosto 2017 al termine della stagione Circuit 2016/2017. 

E dopo la vittoria di Daniele Primerano all’evento #7 Wsop Masters da 1.100 euro, ecco che Mutti tiene l’anello più importante in Italia per il secondo anno consecutivo. 

Un heads up tutto sommato facile ma con ben due split pot nel mezzo che sembravano non far finire più questo torneo infinito e che ha lasciato tutti col palato sazio per una struttura iper giocabile e che ha coinvolto 485 players unici in modalità freezeout. per un prize pool da 376.300. Poi alla fine Mutti spilla coppia di 9 e decisamente stremato Daniel Novak manda tutto con 10-8 suited a fiori. Board liscio che regala la vittoria a Mutti che volerà anche negli Stati Uniti insieme a Roman Schafer, austriaco e vincitore dell’evento #1 da 699 entries. 

Per Mutti è la vittoria più importante dopo il primo posto all’Ipt Nova Gorica nel settembre del 2015 per 60mila euro e la picca vinta all’Ept11 di Malta per 24.700 euro. In carriera sfiora ormai i 200mila euro vinti dal vivo. Anche un evento molto importante online per altri 60-70mila euro. 
E’ un grande winner che si consacra dopo questo evento difficilissimo e in un torneo davvero super tecnico: “Non ho praticamente mai perso un heads up. Negli eventi dal vivo ho sempre portato via il primo premio e questo è sicuramente il più importante della mia carriera - confessa a Gioconews.it a caldo Matteo Mutti - ora volerò all’Ept di Malta ma una parte consistente del premio la metterò in cascina perché nel poker le bad run possono essere molto pericolose ed è bene essere prudenti”. 
A railbirdare c’era Andrea Cortellazzi, player amico di Matteo e istituzione a Campione d’Italia oltre che protagonista della deeprun all’Ept di Barcellona dove ha chiuso 12esimo. “Sapevo che era forte e lo avevo già coinvolto in un progetto prima dell’inizio del torneo”, spiega Assodicorte. 
 
LA CRONACA DEL FINAL TABLE - Heads-up pressoché perfetto quello giocato da Matteo che ha sfruttato ogni singola occasione per poter erodere lo stack avversario. Avversario che fino a quel momento aveva dimostrato grandi doti ed il giusto livello di aggressività. Hai ingaggiato fin da subito una guerra a colpi di 3bet e 4bet proprio contro l'italiano, che al tavolo era lavverario più ostico. Una volta giunti allo scontro finale, però, Daniel Novak si è spento e solo in rare occasioni ha cercato di contrastare l'avanzata di Mutti verso l'anello.
 
Il primo player out arriva a non molte mani dallo start è Luca Dazio che esce in 6^ posizione. Partito con lo stack più corto decide di complicarsi la vita perdendo quasi mezzo stack. "Apre da utg con 7-7 a 155.000 (con dietro ancora 620.000), chiama solo Florim Berisha dal big blind con K-10. Il flop è 10-3-3, check di Berisha, cbet di Dazio a 155.000 allin per 1.010.000 di Berisha, Dazio istant folda". La mano immediatamente sucessiva trova, Mutti si trova in mano una coppia di Kappa. Apre da utg Stylianos Karadaglis con Q-J a 130.000, allin diretto di Dazio per 455.000 e call del greco. Il board è 10-9-8-4-6. Scala per il greco e Dazio è costretto alla resa.
 
Siamo al livello 40.000-80.000 ante 10.000. Apre Daniel Novak a 175.000 da bottone con Q-10, allin di Florim Berisha dallo small blind per 1.000.000 con A-J. Chiama l'austriaco.
 
Il board da una speranza, e poi beffa Berisha, infatti recita 10-8-K-A ma un 10 al river lo esclude dalla corsa all'anello. Per Florim Berisha, comunque un ottimo 5° posto per 22.700 euro.
 
Serve quasi un'ora di gioco per assistere all'eliminazione , ai piedi del podio, di Michele Riccomi che, forse complice anche qualche difesa del buio di troppo si trova ad openpushare 8 big blind da utg con Q-4 trovando il call del solito Daniel Novak da big blind con A-Q. Il board recita Q-7-3-6-8. Niente raddoppio quindi per Riccomi che fa suo, comunque, un ottimo quarto posto per 28.800 euro.
 
Il gradino basso del podio, come in molti si sono immaginati, salvo eventuali colpi di scena, è per Stylians Karadaglis che soffre la fase 3handed perdendo molto stack a favore di Mutti. La mano che lo porta all'eliminazione vede aprire da bottone Daniel Novak a 240.000 con J-8, flatta Karadaglis con 4-4, 3bet di Mutti a 650.000 con 10-10, fold di Novak e call di Karadaglis.
 
Il flop è 5-3-7 che da incastro di scala a Karadaglis. Check-call del greco sulla cbet a 800.000 di Mutti. il turn è un 5, allin diretto di Karadaglis per 2.445.000, Mutti ci pensa un po poi decide di chiamare. Un Asso al river determina l'inizio dell'heads-up. Per Karadaglis un terzo posto che vale 37.700 euro.
 
Runner-up di questo Main Event di WSOP Circuit è un'ottimo Daniel Novak che parte in svantaggio nell'heads-up finale contro Matteo Mutti. Sembra poter colmare il gap che lo seprara dall'italiano, l'austriaco, ma nel corso del lungo heads-up, tolti alcuni spot iniziali vinti dall'austriaco, le redini del gioco sono sempre state saldamente in mano all'italiano. Lo stack di Novak si assottiglia mano dopo mano sino alla mano finale che vede Matteo Mutti completare da small blind con 9-9. Novak decide di metterle tutte in mezzo con 10-8 a fiori, il board recita 4-J-6-4-A. Daniel Novak sfiora solamente l'anello, ma può trovare consolazione grazie ai 51.100 euro spettanti al runner-up.
 
L'anello resta così in Italia e come lo scorso anno WSOP Circuit Italy manda al Global Casino Championship un tedesco, vincitore dell'evento #1, ed un italiano, vincitore del Main Event. La storia che si ripete e la speranza che i nostri due qualificati al G.C.C. possano trovare migliori fortune di quelle avute da Felix Schlott e Sergio Castelluccio nell'edizione 2016.
Il payout completo: 
1 Mutti Matteo IT € 78.200
2 Novak Daniel AT € 51.100
3 Karadaglis Stylianos GR € 37.700
4 Riccomi Michele IT € 28.800
5 Berisha Florin € 22.700
6 Dazio Luca IT € 17.500
7 Doroftei Bogdan IT € 13.300
8 Mazzia Daniele IT € 9.600
9 Antonelli Lorenzo IT € 7.450
10 Benabi Abdel Karim FR € 5.400
11 Giovanetti Paolo IT € 5.400
12 Lob Joachim CH € 5.400
13 Babovic Milos RS € 4.020
14 Valentini Gianpiero IT € 4.020
15 Presti Guido IT € 4.020
16 Montagna Alessandro IT € 3.250
17 Giordano Mario IT € 3.250
18 Compagno Paolo IT € 3.250
19 Sorritelli Alessandro IT € 3.250
20 Joentausta Aku FI € 3.250
21 Panagiotou Vasileios GR € 2.600
22 Kostyakov Konstantin RU € 2.600
23 Livaja Zdenko IT € 2.600
24 Hu Li Zhan IT € 2.600
25 Seganti Alessandro IT € 2.600
26 Fantini Paolo IT € 2.600
27 Elrais Mohamed € 2.600
28 Guida Luigi IT € 2.600
29 Rodigari Clara IT € 2.600
30 Bonavena Salvatore IT € 2.600
31 Locher Reto CH € 2.150
32 Roth Robin DE € 2.150
33 Wiesler Bjoern DE € 2.150
34 Paderno Luca IT € 2.150
35 Albanese Natale IT € 2.150
36 Zaffagnini Umberto IT € 2.150
37 Crisari Silvio IT € 2.150
38 Aragno Francesco IT € 2.150
39 Falcetta Angelo IT € 2.150
40 Alrineh Roy € 2.150
41 Atac Salih € 1.800
42 Velasevic Danilo RS € 1.800
43 Viggiano Edoardo IT € 1.800
44 Bussolati Alberto IT € 1.800
45 Oo Moe CH € 1.800
46 Poingt Jean FR € 1.800
47 Benzoni Martina IT € 1.800
48 Berisha Xhavid CH € 1.800
49 Goschel Marc DE € 1.800
50 Raskop Martin DE € 1.800
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.