Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Su le Manion! Nicolas comanda il final table main Wsop e c'è anche Cada

  • Scritto da Cesare Antonini

Un final table pieno zeppo di outsider e sconvolto da un super cooler per il main event Wsop 2018: c'è Joe Cada e Manion chip leader. 

Las Vegas - “Gioco cash game 1-2 No Limit Hold’em e 1-2 e 2-5 Pot Limit Omaha. Ho giocato pochissimi tornei tranne il Mid State Poker Tour e sono qui con alcuni amici. Sono stato molto fortunato e domani proverò a fare il massimo per vincere questo torneo incredibile. Chi ci sarà al mio corner domani? I miei amici e un coach della scuola di poker cui sono iscritti”. Non è totalmente uno sprovveduto Nicolas Manion, chip leader in volata del main event delle World Series Of Poker main event, che ha regalato due impressioni a caldo a Gioconewspoker.it. Viene dal Michigan ma è senz’altro il classico outsider che raggiunge un risultato pazzesco e che ora, catapultato in vetta al chip count dopo il dominio dell’ultimo day da parte di Aram Zobian, può provare a mettere una mano sul titolo.

Fino al colpo avvenuto a poch mani falla fine aveva tra i 20 e i 30 milioni e non sembrava in grado di impensierire la vetta. Ma, sentite qua: Yueqi Zhu, già campione dell’evento#35 in queste WSOP 2018, si trova ai resti con K-K. Antoine Labat dichiara allin e mostra anche lui K-K. Ma l’incredibile deve ancora succedere. Nicolas Manion dal grande buio spilla gli assi e chiama. Board liscio e si arriva all’official final table a nove giocatori,con Nicolas Manion che, baciato dalla sorte, è in vetta  con 112.775.000 pezzi. Proprio lui che si era salvato nell’ultima mano del day 6, foldando preflop K-K ed evitando l’eliminazione vs A-A. Un fold che ha già fatto discutere tanto.
Sono stati 26 i giocatori che hanno ripreso posto ai tavoli per l’ultima giornata del main event WSOP 2018, prima dell’approdo al tavolo finale. Un dentro e fuori senza appello quindi. Escono quasi subito Jeffrey Trudeau (26°), Barry Hutter (25°) e Bart Lybaert (24°). Ivan Luca non trova la via della rimonta e con A-10 si inchina a 5-5 al 20° posto. Niente day 8 nemmeno per Sylvain Loosli (18°) che c'entra l'ennesimo ottimo piazzamento al main event, Martijn Gerrits (15°) e Frederik Brink (12°). In undicesima piazza alza bandiera bianca Ryan Phan: 5-5 non basta vs J-J di Artem Metalidi. 
Ovviamente l’altro grande tema sarà la presenza di Joe Cada al final table. La seconda volta per lui dopo il successo nel 2013. Riparte con 23 milioni e 39 bb. Ha un gap enorme nei confronti di Manion e Dyer, circa 140bb ma, come insegnano i colpi del finale di giornata, tutto può succedere.
Ora tutti hanno in tasca 1 milione di dollari e il primo vince 8,8 milioni di bigliettoni verdi!
 
 
Il count e il redraw del final table Wsop main event!
Seat Player Country Chip Count Big Blinds
1 Artem Metalidi Ukraine 15,475,000 26
2 John Cynn United States 37,075,000 62
3 Alex Lynskey Australia 25,925,000 43
4 Tony Miles United States 42,750,000 71
5 Nicolas Manion United States 112,775,000 188
6 Aram Zobian United States 18,875,000 31
7 Michael Dyer United States 109,175,000 182
8 Joe Cada United States 23,675,000 39
9 Antoine Labat France 8,050,000 13
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.