Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Più forte del jet lag e di 393 entries: Pescatori vince il Tana delle Tigri

  • Scritto da Cesare Antonini

Max Pescatori vince la terza ed ultima tappa del Tana delle Tigri 2018 in attesa della finalissima di marzo 2019. 

Nova Gorica - “E’ il secondo torneo di Lottomatica che vinco dopo la Notte del Poker Club di gennaio 2011 sempre qui a Nova Gorica anche se giocavamo in arena ed è una grandissima soddisfazione per me e spero anche per la mia room che ringrazio per aver collaborato alla riuscita di questa splendida tappa del Tana delle Tigri”. E’ primo su 393 entries Max Pescatori e si porta a casa la prima moneta che nel payout ufficiale dice 20.000 euro ma che è stata “aggiustata” da un deal tra i primi quattro dopo che Maurizio Migliorini, runner up della terza tappa del “Tana”, si era rifatto sotto vincendo grazie ad un cooler proprio con Pescatori: “Penso di aver giocato molto bene, soprattutto nel colpo decisivo del torneo in cui con 5-7 di fiori chiudo un colore contro la scala di Migliorini che aveva A10 (il board recitava K fiori, 9 picche, 8 fiori, Q fiori, J picche, ndr) - spiega il Pesca - ho checkato flush drw al flop per poi callare un check raise al turn. Poi quando lui ha bettato pesante al river sono riuscito a farmi pagare mandando i resti e ricevendo il suo call”.

Pescatori sale chip leader e Migliorini lo insegue ma sotto average mentre Campodallorto e Martinello facevano un po’ le comparse. Poi due dame di Max contro due “Re” di Migliorini e il gap tra i due si accorcia molto. Il 4 volte campione del mondo era salito nel count grazie ad un coinflip vinto con K10 in mano. In generale è riuscito stare sempre in average nel late stage del main event e poi a farsi largo nella volata finale gestendo alla perfezione il suo stack.
Viene da Las Vegas e non è stato facile combattere col jet lag dopo tanti mesi di permanenza nella Sin City: “Ero stanchissimo appena arrivato e sono entrato al sesto livello dopo essermi riposato un po’. Non ho fatto re entry e questo accresce il valore del mio successo.Poi l’adrenalina prodotta dalla competizione ha fatto il resto ed eccomi qua a festeggiare il successo”. Vittoria che gli servirà per il morale visto che, da Las Vegas, ora volerà anche a Rozvadov per giocare le Wsop Europe.
Runner up di 393 entries che hanno generato ben 102mila euro di prize pool, Maurizio Migliorini dei Golden Boys e autentico mattatore di questi field, A premio con lui anche Massimiliano Migliorini out 22esimo e la compagna di squadra Monica Poggi eletta anche miglior donna del torneo in 32esima piazza. Per lei un premio anche al side event del Tana delle Tigri.
Tra i volti noti nel finale Giovanni Chiofalo out quinto e fuori dal deal per 5.900 euro e Pietro Mancini decimo per 3.200 euro e al terzo itm al Tana delle Tigri dopo aver chiuso secondo a marzo 2017 e 19esimo a marzo 2018.
A proposito di marzo, nel 2019 la super finale con buy da 550 euro e freezeout. E tutti i players sono decisi a non mancare questo atto decisivo.
 
Tutti i premi distribuiti. 
Nome Premio
Max Pescatori 20000
Maurizio Migliorini 13000
Mattia Campodallorto 9500
Andrea Martinello 7400
Giovanni Chiofalo 5900
Ivan Martinello 5000
Sandro Bertolini 4300
Luca Sdrubolini 3700
Pietro Mancini 3200
Franco Assantedicupillo 2750
Fabio Fortini 2400
Sandro Sameniano 2150
Paolo Rullo 1960
Mauro Carancini 1670
Salvatore Lorello 1500
Michele Morghen 1350
Mattia Miglioli 1220
Massimo Tagetti 1100
Francesco Gasparro 1100
Gabriele Clementi 1000
Massimiliano Migliorini 1000
Carlo Paliazzi 930
Davide Cojaniz 930
Luigi Soldati 860
Giulio Sonnino 860
Grega Leban 800
Diego Testa 800
Sergio Bruno 750
Angelo Santi 750
Massimo Poropat 750
Monica Poggi 750
Roberto Tonni 700
Antonio Giordano 700
Marco Cammilluzzi 700
Fabiano Garoli 700
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.