Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Otto azzurri al Day4 (e a premio) del main event Wsop 2019: comanda Marinelli, Sammartino ok ma senza mezzo milione

  • Scritto da Cesare Antonini

Il racconto del Day3 del main event Wsop con gli 8 italiani a premio e al Day4: Bracchi il migliore, rammarico Sammartino. 

Tutti a premio al main event delle World Series of Poker e tutti i 1.286 players left su 8.569 iscritti totali hanno in tasca 15.000 dollari del min cash fissato dall'organizzazione come prize pool! Il sogno, però, è quello di arrivare in fondo e di mettere le mani sul braccialetto da campione del mondo e un onorario di 10 milioni di dollari.
E' scoppiata la bolla e c'è un super chip leader (in attesa dei dati definitivi) come Preben Stokkan con 2.184.000 gettoni, forse l'unico sopra 2 milioni, appunto.
Ma lassù continua a starci un certo Dario Sammartino che ha chiuso con 532.000 chips anche se si imbusta con un po' di rammarico: "Poteva andare molto meglio visto che due livelli fa avevo oltre 1 milione di chips. Domani è un altro giorno, vabbè", commenta un Sammartino un po' triste e un po' incazzato anche se avrà già resettato la giornata.
Com'è andata? "Non c'è una mano in particolare da segnalare, ho perso tanti colpi che mi hanno costretto ad accorciarmi. Il tavolo com'era? Non tra i più facili rispetto a quello che ho visto oggi in sala ma neanche troppo difficile".
Insieme a Dario, in attesa del count ufficiale, al Day4 anche Ettore Ricci con 90.000 chips di cui parliamo in un approfondimento da Las Vegas.
Out, invece, Massimo Mosele e Silvio Crisari che stava quasi per riuscire nell'impresa dal più short degli azzurri: "Ho fatto subito triple up e sono andato a 30.000. Doppio e salgo a 65.000 ma ancora non basta e forzo con A2 e trovo TT: nessun aiuto dal board ed esco dal main event. Vicino all'impresa, purtroppo", ha commentato a Gioconewspoker.it Silvio.

E pensare che il super chip leader aveva iniziato la giornata con 93.000 chips appena. Non proprio deep neanche lui. Poi la risalita e un bluff mollato all'ultimo che l'aveva ridotto al lumicino. Mai "morto", però, e Stokkan è cresciuto esponenzialmente nell'ultimo livello della serata. Mano determinante con un player francese: "Ho aperto under the gun e lui ha dietro 600mila e lo copro. Siamo poco prima della bolla. Mi 3betta a 40.000 e io 4betto a 100.000 con gli Assi. Lui gioca. Il flop è A-9-2 rainbow. Lui check calla 40.000 ed esce un 4 al turn ancora tutto rainbow. Lui check, io esco di 120.000 e lui passa. Aveva coppia di 7 e vado io".

 

Ecco tutti gli italiani:

104 Dario Marinelli Las Vegas, NV, US 919,000 Pavilion / 157 / 6
240 Nicola Bracchi Brescia, , IT 661,000 Pavilion / 164 / 8
337 Dario Sammartino Nova Gorica, IT 552,000 Amazon / 196 / 7
339 Gianluca Petrone Casamassima, , IT 549,000 Amazon / 522 / 7
665 Domenico Gala Big Bar, CA, US 302,000 Pavilion / 210 / 2
817 Alessandro Siena IT 215,000 Pavilion / 198 / 3
949 Giovanni Petroni Barl, , IT 153,000 Pavilion / 180 / 8
1112 Ettore Ricci KE 90,000 Pavilion / 198 / 7
1115 Mauro Suriano (UK) London, GB 89,000 Amazon / 406 / 1

 

Dietro Stokkan, Andrew Brokos al Day 4 con uno stack di 1.906.000. Altri grandi stack e players noti includono Ryan Dodge (1.800.000), Galen Hall (1.658.000), Cassio Pisapia (1.646.000), Chris "BigHuni" Hunichen (1.618.000), Pavlo Veksler (1.596.000), Julian Pineda (1.467.000), Mark Zullo (1.455.000). , Jean-Robert Bellande (1.126.000) e Joseph Cheong (1.068.000).
Due ex campioni del Main Event WSOP sono ancora dentro: Chris Moneymaker (681.000) e Qui Nguyen (669.000). Ottima impresa per Moneymaker che si era qualificato molto corto così come Nguyen che ci crede ancora.
Il campione uscente John Cynn è stato eliminato prima dei premi insieme a Johnny Chan, Scotty Nguyen e Joe Hachem.
Abbandonano il sogno anche Faraz Jaka, John Esposito, Loni Harwood, Asi Moshe, Phil Hui, Nick Schulman, il secondo classificato 2018 Tony Miles, Benjamin Pollak e Igor Kurganov.
L'uomo bolla è stato Ryan Pochedly: ha aperto Pineda per 14.000 e Pocheldy ha 3bettato a 42.000. Call dell'original raiser. 7-8-3 rainbow e bet Pineda 18.000. Call e al turn scende un K quadri e tutti e due fanno check.
Il river è 7 fiori, check e Pineda all in. Call con AK per una doppia coppia ma l'avversario gira 6-7s per un trips chiuso al river! Comunque l'uomo bolla non se ne va a mani vuote: per lui il buy in del main 2020 e un ottimo premio di consolazione.
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.