Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Dario Sammartino comunque super! Runner up al main Wsop 2019, vince il tedesco Ensan

  • Scritto da Cesare Antonini

Dario Sammartino runner up al main event delle Wsop 2019, storico risultato per l'Italia, vince Hossein Ensan, il 'muro' iraniano-tedesco. 

“Mi è piaciuto il mio gioco oggi e in questi giorni. Penso di non aver espresso il mio miglior game in heads up ma avevo di fronte un giocatore molto forte come Ensan e ha vinto meritatamente. Non ho giocato il mio miglior gioco in heads up ma avevo di fronte un giocatore molto forte come Ensan. Domani sarà un altro giorno e sarà tutto bellissimo ma adesso, proprio no”. La delusione in volto è lampante. Dario Sammartino ha chiuso secondo in heads up al main event delle World Series of Poker su un field da 8.569 entries dopo aver scalato il count dall’inizio del Final Table a 5 left e quindi nella finalissima di stanotte. Peccato perché lui quel braccialetto lo voleva fortemente e le dichiarazioni “post gara” lo dimostrano: domani la sensazione di aver vinto 6 milioni, aver centrato il miglior risultato nella storia del poker italiano in un torneo di poker ed essere primo nella All time money List, sarà sicuramente inebriante. Ma essere arrivati così vicini all’impresa fa rabbia e sembra che questo titolo per Super Dario non sia ancora pronto ad arrivare. Una carriera e vincite da metterci la firma per qualsiasi player ma “in game” e nei Tournament, la vittoria è l’unico obiettivo possibile per un campione di poker. E ovviamente anche per Dario Sammartino. Avremo tempo per magnificare l’impresa che, si spera, venga notata anche da qualche media generalista e che, in ogni caso, rappresenta un risultato storico, che si va ad aggiungere ai quattro titoli mondiali di Max Pescatori, a quelli di Dario Minieri, Rocco Palumbo, Zizinho Suriano e ai Final Table centrati di Filippo Candio e Federico Butteroni. 

Il winner Hossein Ensan era davvero un muro. Un muro che sembrava stesse crollando sotto i colpi di Alex Livingston e dello stesso Sammartino. Il nostro Dario era arrivato anche in vetta al count per la prima volta durante il torneo ed era anche andato in fuga. E sempre Sammartino stava crescendo sulla crisi del canadese. 
Ma ad arrivare all’heads up ci pensa sempre Ensan. 
All in diretto dal bottone per 41,1 milioni per un Alex Livingston letteralmente al tappeto. Una speranza con AJ ma il suo destino è infausto e incrocia l’AQ di Hossein Ensan! 
Il board è ancora più beffardo: 6-J-Q-2-9. 4 milioni di dollari per Livingston e si va all’heads up!!
Ensan 279,8 vs Sammartino 235,5.
E la rincorsa di Sammartino sembrava ormai in grado di dargli quel energia cinetica in grado di fargli sorpassare agevolmente il tedesco. 
E infatti accade subito così: 
Subito up to 329,6 milioni contro i 185,2 dell’avversario per Dario Sammartino che apre 6 milioni e Hossein gioca. Flop J73 con due quadri, check e check
Turn: 9 picche, Sammartino fa 8 milioni Ensan rilancia a 30 milioni. Tank per Dario. Alla fine gioca. Pot da 74,4 milioni.
River: A fiori, Ensan check e chiama la puntata da 55 milioni di Dario che mostra A9. Ensan aveva doppia J9. Pazzesco Dario!
Ma Ensan piano piano si riprende e Dario arranca. Questo uno dei colpi chiave che fa tornare in alto l’iraniano-tedesco: al livello 1,5M/3M Apre Ensan a 6,5 milioni e Dario gioca dal bb. 
Flop: 10-5-3 con due quadri, Sammartino check calla 6,5 milioni di Ensan
Turn: Q fiori, check, Ensan fa 13,5 milioni e Dario call. 
River: 4 cuori, Sammartino check, Ensan spara spesante 35 milioni e Sammartino tanka. Dopo due minuti c’è il call e Ensan gira Q10 per una doppia coppia che gli regala lo stack più grande del torneo: 379 milioni contro 136. Siamo quasi 3 a 1. 
Dario si riprende con un full house ma è un fuoco di paglia. 
Ensan apre 7 milioni, Sammartino gioca. 
Flop 10-10-5, ed è ancora check call 5 milioni per Dario su Ensan
Turn: K quadri, check per tutti e due
River: K picche, Sammartino esce di 18 milioni e Hosseini call. Dario gira K9! Full house e up to 173 million. Ensan a 342!
Qualche altro colpo ci illude ma poi la mano decisiva che assegna il titolo mondiale alla Germania. 
Apre Ensan a 11 milioni dal bottone e Dario gioca. Flop 10-6-2, Sammartino check call di 15 milioni
Turn: 9 fiori e Sammartino fa check, Ensan spara 33 milioni e Dario decide di scovare per 140 milioni. Ensan snap call e ha i Kappa. Sammartino gira 84s a picche per un flush draw e un gutshot che non si concretizza visto che al river scende una Q di fiori. 
Forzatura su un board giudicato innocuo (e lo era) con diverse out a disposizione ma stavolta Ensan era pienissimo e relega l’Italia e Dario al secondo posto per 6 milioni di dollari di premio.
 
Dopo la seconda piazza di Fabrizio Baldassari al main Wsope di Londra nel 2010, un altro titolo da campione del mondo (anche se questo pesava quintali di prestigio) sfumato per il poker italiano.
 
Il payout: 
PlaceWinnerCountryPrize (USD)
1 Hossein Ensan Germany $10,000,000
2 Dario Sammartino Italy $6,000,000
3 Alex Livingston Canada $4,000,000
4 Garry Gates United States $3,000,000
5 Kevin Maahs Dario Sammartino $2,200,000
6 Zhen Cai United States $1,850,000
7 Nick Marchington United Kingdom $1,525,000
8 Timothy Su United States $1,250,000
9 Milos Skrbic Serbia $1,000,000
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.