Logo

Sammartino sesto e Lewis sfata la maledizione braccialetto vincendo il Super Turbo Bounty Wsop

Super Dario Sammartino esce sesto e Lewis sfata la maledizione braccialetto vincendo il Super Turbo Bounty Wsop.

Finisce in sesta piazza per 76mila dollari di premio la corsa di Dario Sammartino nell’evento n. 76 delle World Series of Poker 2021 $ 10.000 Super Turbo Bounty che ha messo il turbo davvero finendo in poche ore vista la struttura velocissima. Erano 307 i “cacciatori di taglie”, e Romain Lewis è uscito in vetta per vincere il suo primo braccialetto Wsop e una prima moneta di 463.885 dollari. E l’Italia ha festeggiato comunque visto che a Las Vegas, vista la stessa appartenenza al team Winamax, Lewis ha passato tantissimo tempo con i nostri players. Ovviamente con Mustapha Kanit che è apparso nelle stories e nelle foto del francese vittorioso ma anche con Sammartino che in questi giorni è stato spesso con il campione del torneo che lo ha visto uscire sesto.

E per Romain è una grande felicità visto che aveva sfiorato il braccialetto già diverse volte, e sempre nel 2018. In realtà per lui stava diventando una specie di maledizione visto che aveva ottenuto due secondi posti e due terzi posti. “Tutte le deep run che ho fatto un paio di anni fa mi hanno reso felice solo quando ho capito che vincere un braccialetto non era così facile. Era il mio sogno da ormai 10 anni e quando li ho sfiorati mi sono dato 5 anni di tempo per vincerne uno ma, alla fine, è successo molto prima e sono in estasi”.

Ed è un braccialetto che vale tantissimo visto il field che ha dovuto battere Lewis, Sammartino compreso.

Per tutto il giorno, Lewis è stato sostenuto da un rail francese molto nutrito che ha urlato a ogni piatto vinto, non importa quanto piccolo, e in alcune occasioni ha persino iniziato a cantare. Quando l'ultima carta è caduta per assicurarsi la vittoria, Lewis è andato ad abbracciare la folla mentre lo inghiottiva.

La giornata è iniziata con solo sette giocatori e tutti tranne uno avevano uno short stack con i bui sempre crescenti. La prima vittima è stata Yevgeniy Timoshenko, uscito 88 vs QQ di Lewis.

Super Dario ha forzato tantissimi “jam” (sarebbero gli all in nel gergo pokeristico dei blogger Usa ormai da tempo) e non ha mai ricevuto call sopravvivendo fino a quando Stephen Chidwick si è rivelato insormontabile per ben due showdown.

Il gioco a tre è durato pochissimo con Chidwick che ha perso un grosso all-in contro Lewis ed è rimasto molto short. Alla fine il giocatore Uk è stato eliminato poco dopo consolandosi, però, con ben 15 taglie raccolte risultando il migliore secondo questa performance.

Il gioco heads-up è iniziato con Agarwal in vantaggio di 2:1 su Lewis, ma alla seconda mano il francese aveva già raddoppiato. Agarwal ha reagito raddoppiando subito la mano successiva con l’equilibrio che regnava sovrano. Poche mani dopo, Lewis ha ottenuto un enorme raddoppio lasciando Agarwal molto short quando la sua coppia di cinque ha retto contro due overcard. C’è voluto poco, poi, per prendersi il braccialetto e la prima moneta da 463mila dollari.

Event #76: Final Table Results

Place Player Country Prize (USD)

1 Romain Lewis France $463,885

2 Aditya Agarwal India $286,705

3 Stephen Chidwick UK $200,598

4 Uri Reichenstein Israel $142,840

5 Barth Melius United States $103,547

6 Dario Sammartino Italy $76,442

7 Yevgeniy Timoshenko Ukraine $57,489

8 Haribhai Gopaul United States $44,060

9 Rainer Kempe United States $34,424

© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.