Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Ultima occasione sfumata per Ragone e Curcio alle World Series of Poker

  • Scritto da Cesare Antonini

Ultima occasione sfumata per vincere il braccialetto per Ragone e Curcio alle World Series of Poker 2021 di Las Vegas. 

Sfuma il sogno del braccialetto per Luigi Curcio nell’Event #86 $1,000 Super Turbo No-Limit Hold'em delle World Series of Poker 2021 e anche per un altro italiano, Filippo Ragone. I due sono stati eliminati in settima e sesta posizione in un all in a tre con il winner del torneo, Michael McCauley che ha chiuso una “bycicle straight” al river dall’Asso al 5 volando nel count e cancellando l’Italia dal torneo. Per lui dopo aver sconfitto un field di 1.025 giocatori e in heads up il professionista di poker britannico Andy Wilson vincendo il primo premio di $161,384.

Per i due azzurri, invece, sono andati meno di 30mila dollari per Ragone e poco più di 22mila per Curcio. Ragone ha cittadinanza italiana ma vive a Londra e in questo autunno a Las Vegas è arrivato terzo al Wynn nel 1.600 dollari Nlh Mistery Bounty, centrando una moneta da 131mila dollari. In totale sale a poco meno di 200mila dollari e ha vissuto il suo boom in queste Series. Curcio ha centrato sette piazzamenti a premio per oltre 58mila dollari. Il colpaccio non è arrivato ma il rendimento è ottimo.

Tornando al winner McCauley non era mai andato a premio in un evento Wsop e aveva fatto cash solo un deep stack giornaliero all'inizio di quest'anno prima di questo torneo. Questo è stato l'unico evento a cui McCauley ha giocato, oltre daily deepstack, e ha detto "stava pensando di andare a giocare a $2/$5 no limit cash game" ma ha deciso di saltare in questo torneo.

"Queste sono le mie prime Wsop, quindi è davvero incredibile venire qui e vincere un braccialetto. Ero nervoso ma dopo aver vinto un paio di piatti mi sono sistemato e mi sono fidato delle mie letture. Ho cercato di non prestare attenzione al field, mi sono fidato del mio gioco e credo di aver dimostrato di poter giocare con i migliori".

Un sacco di volti familiari ci hanno provato in questo evento, ma non sono riusciti a raggiungere i primi posti, incluso il 16 volte campione Wsop Phil Hellmuth, il cinque volte vincitore di braccialetto Wsop Shaun Deeb, Jason Wheeler e Michael Wang.

Molti altri sono comunque andati a premio, dato che c'erano un totale di 154 giocatori che hanno finito per vincere una fetta del montepremi di $912.250. Alcuni di questi fortunati giocatori includevano Ryan Riess (152° - $1,606), Aladin Reskallah (149° - $1,606), Landon Tice (130° - $1,606) e Michael Lech (124° - $1,757).

Tra gli italiani Tommaso Briotti ha chiuso 39esimo per 3.515 dollari, Walter Treccarichi 80esimo per 2.271 e Raffaele Sorrentino 148esimo per 1.606 dollari. 

McCauley ha dominato il torneo e alla fine ha chiamato l’all in di Wilson di 7,7 milioni sul suo raise da 1,2 milioni, KJ contro 6 e 7 dello stesso colore che, però, non è riuscito a trovare appoggi sul board.

 

Event #86: $1,000 Super Turbo No-Limit Hold'em Final Table Results:

PlacePlayerPrize
1 Michael McCauley $161,384
2 Andrew Wilson $99,742
3 Neel Joshi $72,031
4 Yuval Bronshtein $52,679
5 Rajvir Dua $39,022
6 Filippo Ragone $29,282
7 Luigi Curcio $22,263
8 Marc Lomeo $17,153
9 Dara O'Kearney $13,395
Share