Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Christian Scalzi e una super partenza per il 2022: 'Cipro, Mendrisio, Rozvadov, il poker live è vivissimo!'

  • Scritto da Cesare Antonini

Christian Scalzi un avvio 2022 pazzesco per il poker tournament director italiano attualmente a Cipro per un super evento. 

Cipro, Mendrisio, Rozvadov e poi chissà in quali altre parti del mondo. Christian Scalzi poker tournament director italiano torna a girare come prima e, speriamo tutti, che nessuno possa più fermarsi anche se sono state tante le tappe che hanno dovuto posticipare o annullare gli eventi schedulati mesi prima con grande speranza e ottimismo. Sempre colpa del Covid-19, ovvio.

Ma dove si trova adesso il td Scalzi? “In questo momento sono a Cipro per il  Merit Poker Western Series da 2,5 milioni di dollari garantiti. Sono state tante, finora, le prenotazioni e ottima è stata l’affluenza al Day1. Per questo credo che l’evento sarà un successo come tutti i tornei giocati in questa location che ha un certo appeal specie per i giocatori del Middle East. Non solo per gli ottimi tornei ma anche un cash game molto importante. Con questa organizzazione andrò anche in Montenegro a metà febbraio, dal 15 al 22, per un festival 777mila euro garantiti”.

Prima, però, si gioca (quasi) in casa: “Sì dal 24 al 30 gennaio sarò all’IPO Master a Mendrisio dove sono molto contento di tornare per rivedere tantissime persone del circuito italiano e, ovviamente, svizzero - prosegue Scalzi -. Andrò in macchina finalmente senza girare il mondo e prendere tanti aerei per andare a lavorare. E’ sicuramente apprezzabile lo sforzo di Admiral Casino di investire sul poker riaprendo uno spazio così importante dedicato al gioco dal vivo. La nuova room permetterà a tanti appassionati di questa zona di venire a giocare a poker e coltivare la propria passione a due passi da casa”.

Tanti eventi ma, incredibilmente, per lavorare un td italiano deve praticamente andare solo all’estero da troppo tempo e a parte rare eccezioni: “Dispiace che manchino in Italia eventi importanti a livello internazionale. In passato ne abbiamo fatti tanti di eventi fortunatamente, portando anche tanti players stranieri ma ora fatichiamo un pochino sia per l’assenza di location che per il Covid-19. Speriamo ci sia uno sforzo di imprenditorialità e di coraggio per riportare grossi brand e festival che hanno permesso al nostro paese di affermarsi in Europa come punto di riferimento per il poker live. La pandemia, certo, non aiuta ma, in tutta sicurezza, si possono organizzare eventi che nei mesi passati sono stati premiati dalle tante presenze perché la gente vuole tornare a giocare con normalità e nella normalità”.
Ma le novità non sono finite qui. Anzi, l’ultima pare assai succosa: “Sono molto contento di aver firmato un contratto con Player One, una nuova società di organizzazione eventi francofona e gestita da persone dinamiche che son sicuro si ritaglierà un ottimo spazio sul mercato del poker live internazionale - annuncia Scalzi - la prima tappa è a Rozvadov e sono doppiamente contento perché lì ci sono tanti amici, ho organizzato già ottimi eventi e tornerò a lavorare con Federico Brunato, che dà vanto e lustro all’Italia come poker director in una location così importante, un ottimo spot per tutto l’hold em in generale. E vi aspetto dal 2 al 7 marzo, italiani e non. Sarà un bel festival, un 300mila euro garantiti da 300 euro e vorrei rivedere tanti amici connazionali. Saranno comunque annunciate presto altre 4-5 tappe in tutta Europa”.
Ma Scalzi è anche online: “Possiamo vederci anche online col ‘Party con Christian’, torneo che si gioca regolarmente sulla piattaforma partypoker.it, vi aspetto!”.
Share